martedì 20 maggio 2014

"Dov'è Spotty?"


 "Dov'è Spotty?"

Autore: Eric Hill
Editore: Fabbri Editori
Edizione Deluxe
Anno pubblicazione: 2012
copertina rigida, rilegato, in custodia
Età di lettura: 0-3 anni
Pagine: 28 pp
Dimensioni: 25 x 26 cm
ISBN: 9788845190476

In questo libro, che ci ha regalato la nonna, Spotty gioca a nascondino.
La mamma lo cerca dappertutto: nella pendola, sotto il letto, nel sottoscala... Spotty si è nascosto benissimo!
Dietro ogni aletta, al posto di Spotty, si sono nascosti simpatici animali, finché...
I disegni, semplici e dai colori vivaci, con contorni neri, illustrano l'avventura con grandi alette da sollevare, disegnate anche sul retro.
Una storia davvero simpatica, da leggere più volte, almeno per Sylvie!!




A questo link Eric Hill legge il libro in compagnia di Spotty-peluche!

lunedì 19 maggio 2014

Raccolta ed essiccazione timo


Siamo già a maggio.
Nell'orto cominciano a spuntare le prime cime fiorite del timo: è ora della raccolta!
Questo è il cosiddetto tempo balsamico (quiqui e qui trovate il tempo balsamico delle principali piante aromatiche, in ordine alfabetico), periodo in cui l'aroma è massimo e quindi il momento migliore per la raccolta.




Ogni anno, tagliando i rametti a circa 5 cm dal suolo, e facendoli essiccare (per me con Biosec, programma 3 per una paio di giorni) riesco a farmi un bel barattolino colmo di foglioline di timo da usare tutto l'anno per insaporire le pietanze: è una delle aromatiche che preferisco in assoluto!



"À poils... ou à plumes?"


"À poils... ou à plumes?"

Autore: Stéphane Frattini
Editore: Milan jeunesse
Collana: Ouvre l'oeil
Lingua: francese
Anno pubblicazione: 2007
copertina rigida, rilegato
Età di lettura: 1-5 anni
Pagine: 24 pp
Dimensioni: 22 x 22 cm
ISBN: 9782745930187

Traduzione italiana
Titolo: Pelle a pelle
Editore: Franco Cosimo Panini
qui gli altri stupendi libri della serie Apri gli occhi


Un libro fotografico stupendo che fa parte di una collana sulla natura e le sue straordinarie espressioni.
In questo testo, dedicato alla pelle (pelosa, piumata, a scaglie o ad aculei) dei vari animali, il bambino indovina a quale animale appartengono il pelo a strisce, le scaglie o gli aculei, incuriosito da bellissimi dettagli fotografici.

Osservando con attenzione così da vicino i particolari del piumaggio e della pelle degli animali il bambino impara sempre cose nuove e rimane incuriosito e affascinato dalla bellezza e dalla fantasia della natura.


Sollevando l'aletta può vedere la fotografia dell'animale e imparare alcune curiosità sul suo manto in chiave spiritosa, ma scientifica.


Un libro che attrae e affascina anche i più piccoli per le stupende fotografie e i molteplici colori con cui la natura dipinge gli animali.
Consigliatissimo!



Su questo blog potete trovare alcune schede in pdf con attività varie, in francese, sulla scrittura, la comprensione e alcuni giochi relativi a questo libro.

giovedì 15 maggio 2014

"Tutti i baci del mondo"


 "Tutti i baci del mondo"

Autore: Nancy Tafuri
Traduzione: Loredana Baldinucci
Editore: Il Castoro
Collana: Il Castoro bambini
Anno pubblicazione: 2012
copertina rigida, rilegato
Età di lettura: 0-3 anni
Pagine: 32 pp
Dimensioni: 28 x 22,5 cm
ISBN: 9788880336198

Un libro dolcissimo per prepararsi alla nanna e a fare sogni d'oro.
Da leggere con in braccio il bambino per dargli tanti baci come fanno gli animali ai loro piccoli: gli anatroccoli amano i baci qua qua, il pulcino ama i baci coccodè... per arrivare alla fine con il bacio più bello, che è quello della mamma!
A cominciare da una mamma uccello che nel nido coccola il suo piccolo fino a farlo addormentare, tutti gli animali della fattoria, così come gli esseri umani, si fanno coccole e si danno baci per dimostrarsi reciproco affetto. Tutti indistintamente e con modalità molto simili.


Le illustrazioni di Nancy Tafuri occupano due pagine e sono molto curate e realistiche, colorate con matite dai colori tenui e morbidi; le coppie di animali mamma-cucciolo sono molto grandi e occupano gran parte delle pagine.
In ogni pagina sono poi celati alcuni insetti, elencati al fondo del libro, per fare una piccola caccia al tesoro.


mercoledì 14 maggio 2014

"Giochiamo a nascondino?"


Con questo post inauguro una serie dedicata alle recensioni dei libri che leggiamo con Sylvie, in parte acquistati, in parte presi in prestito dalla fornitissima biblioteca che abbiamo vicino a casa.
Premesso che la prima visita in biblioteca di Sylvie è stata intorno all'anno di età e che le ho letto libri già da quando non era ancora nata, la prima visita è stata entusiasmante per entrambe: non mi aspettavo che fosse già così attirata e affascinata dai libri! 
E' stato un momento magico!

Il primo libro che abbiamo letto insieme è:

"Giochiamo a nascondino?"

Autore: Jenny Tyler
Illustratore: Stephen Cartwright
Traduzione: Giovanni Guarnieri
Editore: Usborne
Collana: Carezzalibri, Storie della fattoria
Anno pubblicazione: 2003
cartonato
Età di lettura: da 1 anno
Pagine: 10 pp
Dimensioni: 21 x 21 cm
ISBN: 9780746061619
per vedere qualche pagina


E' un libro cartonato e plastificato, con angoli stondati, pensato per bambini piccoli che possono manipolarlo a loro piacimento. 
Impariamo a conoscere gli animali della fattoria che in ogni pagina si presentano in luoghi differenti: ora nell'aia, ora nei prati, ora nella stalla.
Gli oggetti e gli animali hanno dettagli di differenti materiali: pelo lungo e liscio per le orecchie e il dorso del cane, pelo arruffato e morbido per il vello della pecora, morbida moquette per il muso della mucca e per il corpo dei maialini... 
Mentre passa la manina sulle pagine il senso del tatto del bambino viene continuamente e diversamente stimolato: la collana si chiama infatti Carezzalibri!
In ogni pagina la ricerca di un animale stimola il bambino a rispondere alla domanda: "Dov'è...?" cercando e sollevando le grandi e robuste alette plastificate. 
I colori dai toni caldi e morbidi rendono le illustrazioni gradevoli e attraenti, 
Un libro leggibile anche da bambini un po' più grandi in quanto si possono contare le quantità (animali e oggetti) e le ambientazioni sono ricche di dettagli.


C'è poi una piccola anatroccola gialla da trovare in ogni pagina: "Giochiamo a nascondino?"

Formaggino spalmabile veg profumato con erba cipollina


Dopo la ricotta di soia, eccomi qua a cimentarmi con un formaggino spalmabile, questa volta in versione aromatizzato all'erba cipollina, una delle tante erbe aromatiche dell'orto che metterei dappertutto...

Per la ricetta, sempre su Ravanellocurioso, trovate i riferimenti e le innumerevoli varianti possibili con questa preparazione

Vi metto qui sotto le foto del materiale occorrente:

500 g di yogurt di soia naturale
un colino
un contenitore per raccogliere il siero che cola
un tovagliolo e un elastico


Si tratta di una preparazione rapidissima (5 minuti d'orologio) e che richiede un giorno di riposo prima di poter essere lavorata.


Una volta pronta potere aromatizzarlo a piacere, io aggiunto dell'erba cipollina sminuzzata e un goccio d'olio. Ho quindi rapidamente lavorato il formaggino per renderlo cremoso e... voilà! 
Bon appétit!

giovedì 8 maggio 2014

Ricotta di soia e cannoli siciliani veg


Dopo dieci giorni di vacanza in Sicilia, appena tornata, mi sono subito messa all'opera per farmi dei cannoli siciliani in versione veg: ne ho visti davvero troppi esposti senza poterli gustare!

La prima cosa da fare è preparare una ricotta di soia che andrà poi lavorata per realizzare il ripieno.
Cercando in rete ho trovato questa ricetta del bellissimo blog Ravanellocurioso che ha dato un risultato rapido e soddisfacente al primo colpo.

1 litro di latte di soia bio e naturale (per me Sole e Natura)
1 pizzico di sale integrale (io non l'ho messo perché avrei fatto poi una ricetta dolce)
6/7 cucchiai d'acqua
2/3 cucchiai di aceto di mele


Far bollire i liquidi in due pentolini diversi, in uno latte, nell'altro aceto e acqua.
Quando entrambi bollono, unirli e girare rapidamente, spegnere quindi la fiamma: lasciar riposare un'oretta o fin quando si è raffreddato, mentre affiorano i fiocchi.


Versare il contenuto nelle fuscelle (forme per ricotta) e lasciar scolare, in frigo, per 24 ore.
Ho riciclato le fuscelle da ricottine di soia che avevo acquistato tempo fa e le ho predisposte in questo modo: siccome i bicchieri che ho usato non sono particolarmente alti, ho provveduto a svuotarli del siero due volte per evitare che tracimasse.



Il siero raccolto l'ho poi conservato in frigo e usato come acqua di cottura per un risotto (nulla viene sprecato!)


E dopo 24 ore ecco le ricottine pronte! 
Ne sono venute due di circa 150 g l'una. 



Passiamo quindi alla ricetta per fare i cannoli!!

350 g di farina (per me di farro Mulino Marino)
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di cacao
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio di aceto di mele
acqua bollente q.b.

Lavorare l'impasto, aggiungendo a filo l'acqua bollente finché diventa bello compatto e liscio.
Mettere quindi in frigo, avvolto in pellicola, per almeno 1 ora.
Cuocere in forno a 160° per 15' e poi a 180° per 5'.
Per le forme ho ritagliato il fondo di un contenitore in alluminio e l'ho fissato con punti metallici.


Per il ripieno:

ricotta di soia
40 g zucchero a velo
1 manciata di uvetta passa ammollata
1 manciata di pistacchi sgusciati tagliati al coltello
scorzette d'arancia e limone (per me Sonnentor)
un pizzico di vaniglia bourbon

Lavorare brevemente la ricotta con gli altri ingredienti e metterla in frigo a riposare.


Ed eccoli pronti, dopo aver guarnito con un po' di granella di nocciola...
buonissimi, specialmente il ripieno.
Per la pasta devo ancora fare qualche ritocco...


lunedì 5 maggio 2014

Insalata russa con maionese veg


Un piatto davvero semplice: carote, patate e piselli (per me cotti a vapore) se non fosse per la maionese che spesso, purtroppo, è un intruglio in cui finisce di tutto di più...


In questa versione vegana, che ho postato qui, è sicuramente un alimento grasso, ma almeno sappiamo cosa contiene a tutto vantaggio del nostro palato, della salute nostra e degli animali!



sabato 3 maggio 2014

Biscottini di pasta frolla, uvetta, cannella e cardamomo


Per la merenda di oggi ho preparato dei biscottini semplicissimi, con le mie nuove formine tagliapasta, utilizzando la ricetta della pasta frolla all'olio che ho postato qui, ormai collaudata.

Ho aggiunto un po' di cannella, tre bacche di cardamomo macinate al momento e dell'uvetta passa, precedentemente ammollata e tagliata a pezzetti.


Con un pezzo di carta da forno e del nastrino verde, ne ho preparato qualcuno da portare alla mia amica in dolce attesa, che ha gradito molto :-) 
Anche la mia piccola Sylvie ha gradito, come la sottoscritta d'altronde. 
Dovrò farne presto altri, yummy!


giovedì 1 maggio 2014

Cucinare gli asparagi senza scarti!


Asparagi, che buoni!
Verdura di primavera, in queste settimane spesso sulle nostre tavole, particolarmente utile per la nostra salute.
Ma davvero troppo è lo scarto che si butta via: guardate un po' Lisca di Ecocucina come fa a proporne un utilizzo al 100%.
Io ci ho provato e il risultato è molto soddisfacente e gustoso: provare per credere!

Dopo averli ben lavati sotto l'acqua corrente e aver tagliato le punte (così tenere e delicate da poter essere appena sbollentate), con un semplice gesto pieghiamo l'asparago che con un 'tac' secco si spezzerà perfettamente dividendo la parte fibrosa-bianca (che generalmente di butta via) da  quella più tenera-verde.

Punte e gambi verdi
A questo punto viene il bello, perché la parte fibrosa può essere utilizzata! Come? 
Guardate qui per la ricetta del "Sale all'asparago" e del "Risotto ai gambi di asparago".

Io ho provato a fare il sale all'asparago:

Sbollentare i gambi per un paio di minuti
Centrifugandoli si ottengono:
una cremina di un bel verde brillante da consumare a crudo o da usare come salsina, 
e la parte fibrosa,
che viene messa ad essiccare (per me Biosec) per circa 5-6 ore e poi frullata ed aggiunta al sale.
Ad una parte dei gambi, tagliati al coltello, invece ho aggiunto lenticchie rosse decorticate, pinoli, un filo di olio evo e qualche goccia di umeboshi per un semplice e rapido pranzo.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...