lunedì 27 gennaio 2014

Festa per il primo compleanno *


Per il primo compleanno di Sylvie ho deciso che il tema sarebbe stato rosa e grigio.


Ho trovato dei bellissimi template per realizzare questi divertenti cappellini, banners e toppers qui e qui.


Qui trovate le istruzioni per assemblare i cappellini e per fare toppers e bannersglitterare il tutto! 










Non poteva mancare qualche vestitino dei primi mesi appeso ad un nastrino...


Un cestino di vimini con piccole piante grasse da donare agli ospiti.


La ghirlanda sulla porta d'ingresso con nastri argentati e fiori di carta crespa.


Una carrellata dei piatti e degli stuzzichini che mia mamma mi ha aiutato a preparare:


torta salata con spinaci e lievito alimentare,


torta salata con zucchine, pomodori e pinoli,


spiedini di frutta fresca e coppette di frutta secca (mandorle e pistacchi)


focaccia al rosmarino.


Ho preparato una lavagnetta (cartoncino nero decorato con pennarelli dai toni pastello) con gli avvenimenti più importanti del primo anno... mi sono ispirata qui


... e una cornice con le foto dei primi 11 mesi.
Per realizzarla ho riciclato la cornice di uno specchio che avevo rotto a cui ho applicato della rete da conigliera.

 

Come torta di compleanno ho scelto questa splendida e buonissima Torta di mele al caramello crudista





giovedì 23 gennaio 2014

Poltrona sacco tutorial



Avete presente quelle poltrone sacco di design che fanno bella mostra in salotti e camerette per bambini viste tante volte su pagine di riviste o su siti di arredamento?
Ecco, proprio quelle: mi sono sempre piaciute tantissimo, mi son sempre detta che prima o poi ne avrei presa una.
Non pensavo che l'avrei fatta da me. Invece è stato così. Proprio ieri.

Tutto è cominciato osservando mia figlia che adora starsene sdraiata a giocare con le gambette in su e poi rotolare su un piumino messo all'occorrenza per terra.
Mi è subito venuto in mente però che lasciandosi cadere a peso morto, la piuma non avrebbe offerto sufficiente resistenza e avrebbe potuto farsi male. 
Così ho pensato alla poltrona sacco: perfetta per essere usata come cuscino da gioco per lei e come poltrona relax per me!! 

Cosa occorre:


La cerniera va sempre controllata prima di cucirla: nel caso fosse rotta avreste sprecato un mucchio di tempo! :-)

La tela per la fodera deve essere leggera ma a trama fitta, in modo che la pula non riesca ad uscire.

La tela per il rivestimento invece dev'essere un bel tessuto lavabile, impermeabile e antistrappo e chiaramente del colore o della fantasia che preferite. Io avevo una pezza di stoffa panna che avevo acquistato per realizzare dei tendoni da esterno (che non ho mai fatto): da un lato ha la trama, dall'altro è come gommata.

La pula di farro è un ottimo materiale naturale per imbottiture di cuscini, materassini, pupazzi (per farvi un'idea potete andare su http://ecoartigianato.blogspot.it/ dove ho anche acquistato i sacchi di pula biologica che ho utilizzato per la poltrona sacco). Si tratta di un materiale ricco di minerali e che contiene fino al 90% di acido silicico, che ha effetti positivi sulla salute della pelle e degli organi.


Una volta cucita la fodera che conterrà la pula su tre lati (dritto contro dritto, con punto a zig zag stretto) e il quarto lato non completamente per permetterne il riempimento, rivoltare fodera e riempitela di pula di farro.



Quindi chiudere il buco sempre con una cucitura a zig zag stretto.



Passiamo quindi alla fodera della poltrona sacco.

Appuntare la cerniera sul rovescio di uno dei due pezzi di tela e tagliare la tela in corrispondenza. Io ho scelto di collocarla sulla lunghezza e in modo asimmetrico. 
Con il ferro da stiro piegare i lembi del taglio.


Appuntare nuovamente la cerniera sempre sul rovescio della tela e cucire usando il piedino apposito.


 

Ripetere per l'altro lato della cerniera.


Cucire le due parti di tela insieme secondo lo schema iniziando da un lato lungo e prendendo di volta in volta le misure presentando la fodera sul cuscino.
Fare prima le cuciture da rovescio, quelle del perimetro (ricordarsi di aprire la cerniera prima di cucire l'ultimo lato!), e successivamente quelle dal dritto, più interne che definiscono la forma del cuscino.


Lasciando un bordo di 8cm per parte la fodera rimane un pochino comoda, ma questo agevola le operazioni per mettere e togliere il cuscino.



N.B: L'ospite seduto in poltrona nella fotografia d'apertura è un simpatico regalo che hanno fatto alla mia piccola quando è nata. Viene dalla nutrita schiera di divertenti e bellissimi amici creati da Anne-Claire Petit

domenica 19 gennaio 2014

Crostata alle albicocche profumata alla lavanda


Ciao a tutti! Da quanto tempo non riesco più a scrivere su questo blog? Davvero troppo! 
Sono trascorsi mesi intensi e bellissimi che però non mi hanno lasciato molto spazio per dedicarmi alle mie passioni.

Torno con una ricetta facile e molto gustosa (di cui la mia bimba va ghiotta :-p) per merende o colazioni. 
Ne sforno una  ogni due tre giorni quindi è ormai collaudata.
Fatemi sapere se vi è piaciuta!

Questa è la mia versione (qui trovate l'originale):

Farina di farro bianca 500g
Zucchero di canna grezzo 80g (o un paio di cucchiai di succo d'agave)
Olio evo 30g
Olio di semi 70g
Acqua tiepida 125g
Qualche goccia di aroma arancia o limone (per me Lecker's)
1 bustina di lievito (per me Lievito per Dolci del Baule Volante)
Un pizzico di Vaniglia Bourbon (per me Rapunzel)
Marmellata a piacere (per me senza zuccheri aggiunti)


Sciogliere lo zucchero nell'acqua tiepida e aggiungere gli oli.


Aggiungere farina e lievito precedentemente mescolati e setacciati e gli aromi, impastare.


Mettere a riposare in frigo il panetto avvolto in pellicola per almeno mezz'ora.



Stendere la pasta, tagliarla della misura e sistemarla sul fondo della tortiera precedentemente unto.
Bucherellare la pasta con una forchetta e coprire con abbondante marmellata (io ho usato un vasetto di marmellata all'albicocca aromatizzata alla lavanda che mi ha regalato una mia amica di ritorno dalla Provenza). 
Con gli avanzi di pasta fare la decorazione.
Infornare in forno già caldo a 180° per 25 minuti.



Ed eccola pronta: bella vero? Vi assicuro che è anche molto buona!


Con la pasta che ho avanzato sono anche riuscita a fare qualche biscottino!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...