venerdì 9 marzo 2012

Pizzette e patate ripiene

Nuovi esperimenti culinari che hanno dato molta soddisfazione: pizzette di pastasfoglia e patate ripiene.
Ma andiamo con ordine.

Pizzette


Con la pastasfoglia che si compra al supermercato (io ho usato la marca Vallè, perché è l'unica priva di lattosio) e un boccale si tagliano tanti cerchi che saranno la base delle pizzette: il bello è che si può usare un bicchiere di qualunque dimensione, anche piccolo piccolo per ottenere le classiche pizzette da pasticceria (e vi assicuro che vengono praticamente uguali anche come consistenza!)


Partiamo dalle materie prime, ovviamente fresche preparate al momento, per quanto possibile. Pomodorini freschi schiacciati per ottenere polpa di pomodoro, porro dell'orto sminuzzato e poi olive nere, cipollotto e pezzetti di peperoni con un filo di olio evo e una spruzzatina di sale.


E via in forno a 180° per 15 minuti



Patate ripiene


Una volta lessate le patate, senza buccia, le ho scavate con un cucchiaino.
Ho schiacciato la polpa rimasta con una forchetta e l'ho unita a del riso integrale cotto in padella con qualche bicchiere d'acqua e con del porro e del cipollotto fresco fatti soffriggere.




Il tutto cosparso con un po' di farina di mais da impanatura e con piccoli fiocchi di margarina.


In forno a 180° per 15 minuti e, volendo, qualche minuto sotto il grill per farle dorare un  po'.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...