giovedì 27 settembre 2012

Makeover .1: cassettiera baby room


Rieccomi con un altro makeover, questa volta per la cameretta della bimba.
Riciclando una vecchia cassettiera, con un po' di colore, pennelli e fantasia, ho cercato di adattare al meglio questo mobile un po' vecchiotto alla cameretta rosa della piccolina, con tessuti e tende bianchi e beige.


Dopo aver carteggiato tutta la superficie della cassettiera per eliminare lo strato lucido di vernice, sono passata a dare due mani di colore, un tortora molto tenue, quasi bianco.

Al centro di ogni cassetto ho riportato, in beige, una parte di una frase presa dal "Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupéry, un libro che è sempre piaciuto tantissimo sia a me che a mio marito e che è diventato un tema ricorrente durante la mia gravidanza (già per il Baby Journal)

"On ne voit bien
qu'avec le coeur.
L'essentiel est invisible
pour les yeux."

"Non si vede bene
che col cuore.
L'essenziale è invisibile
agli occhi."


Ho cercato di riprodurre la scrittura originale dell'autore del testo, che ha illustrato da sé il libro, con uno stile semplice e quasi scolastico: il risultato è davvero somigliante all'originale e molto adatto, mi pare, ad una bimba.


Ho poi protetto la superficie dei cassetti con una mano di vernice opaca trasparente da belle arti, per fissare e proteggere i colori. Li ho quindi lasciati asciugare per 24 ore.



Sono passata quindi a dipingere il contenitore della cassettiera con la stessa tinta usata per le scritte, per creare un delicato contrasto con i cassetti. 


Su un fianco ho poi deciso di riprodurre la sagoma del Piccolo Principe sul suo asteroide B 325, utilizzando un metodo davvero semplice per riprodurlo:

innanzitutto ho stampato su fogli A4 l'immagine prescelta della dimensione adeguata e ho poi ho ricomposto l'immagine sul mobile con dello scotch di carta.



Ho quindi ricalcato tutti i bordi del disegno con una matita dopo aver messo una foglio di giornale sotto al disegno, perché funzionasse come una rudimentale carta carbone.


Questo è il risultato: un disegno molto chiaro e spezzettato che riproduce la sagoma del disegno; anche se non di eccellente qualità, trovo che il metodo sia riproducibile con materiali facilmente reperibili.


Una volta ripassato il tutto con la matita non resta che dipingere!


La sagoma del Piccolo Principe ora campeggia sul fianco della cassettiera in bianco a contrasto con lo sfondo: ho preferito lasciare il disegno così stilizzato, perché si adattava meglio agli arredi della camera, piuttosto che con i colori reali proposti dall'autore.

Ho completato il lavoro, rivestendo i cassetti con della carta lavabile non adesiva, che ho fissato sul fondo con delle puntine da disegno. 




Presa la misura della larghezza, ho tagliato con il taglierino e posizionato il foglio all'interno del cassetto.


Una volta adagiato il foglio e lisciato bene la carta con le mani, ho segnato con un'unghia la parte da eliminare, scorrendo lungo il bordo del cassetto



e con il taglierino ho eliminato l'eccedenza.


Ed ecco i cassetti foderati e ricollocati al loro posto, pronti per essere riempiti di pannolini, body, magliette, ghettine, calzine, bavaglini... e chi più ne ha più ne metta!


La cassettiera ora aspetta il fasciatoio e un mobiletto a scaffale, che sono già in lavorazione, chiaramente riciclando vecchi arredi : a presto con gli sviluppi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...